Home
Home
Tutorials
   PHP
   Java
   Tutti...
Manuali
SmartImage
Marketing
Downloads
Contatti
Affiliati

  Da vedere
Hosting
Statistiche per siti
Corsi per webmaster
Hardware
Processori


  OnFocus
Creare date casuali con MySql

Mambo: Unknown column 'c.access' in 'on clause'

Utilizzare i meta tag HTML

  Siti Amici
Miki News
Giochi gratis
Areagratis
Baratto Online
AI Machines
Guide e Manuali Gratis
Shopping online
Travian Suite
WebApocalypse
Tropeaonline.it
Boutique online
Bigthink - idee dal web
Add to Technorati Favorites

Tutti i siti amici
Diventa Affiliato

 


Autore: Lorenzo Dell'Aquila
Categoria: php
Livello: base Livello base

Le variabili in PHP, errori comuni

Errori tipici nell'utilizzo delle variabili in PHP

Come tutti i linguaggi di programmazione anche il PHP ci da la possibilità di utilizzare delle variabili per conservare dei dati (numeri, stringhe, caratteri ecc...) ed effettuare diverse operazioni. Ma cosè una variabile? possiamo immaginarla come una scatola vuota dove inserire e conservare qualsiasi valore, e all'occorrenza variarlo (per questo il nome variabile) con un qualsiasi altro.

In PHP le variabili sono identificate dal carattere $ seguito da una serie di caratteri alfanumerici e dal trattino basso _ (underscore). E' necessario che il primo carattere dopo il $ sia una lettera oppure _ (underscore) altrimenti il codice genererà un errore; ad esempio scrivendo:

<?php
 
$7val;
?>

 verrà prodotto un'errore del tipo "Parse error: syntax error, unexpected T_LNUMBER, expecting T_VARIABLE or '$' in /.../index.php on line 14" perchè abbiamo definito la variabile con un numero per carattere iniziale.

E' da ricordiamo anche che il nome della variabile è "case sensitive" ovvero dobbiamo stare attenti all'utilizzo dei caratteri Maiuscoli e minuscoli, perchè ad esempio il codice:

<?php
 $Variabile
;
 $variAbile;
?>


definisce due variabili differenti. E' quindi utile stare attenti al loro utilizzo, perchè è facile incappare in errori a causa ad esempio di una battitura errata del nome.

Il PHP a differenza di altri linguaggi di programmazione ci permette di definire una variabile (senza specificare il tipo di dato che dovrà contenere) nel momento stesso in cui ne abbiamo bisogno, e non prima del suo utilizzo come avviene ad esempio in C++.
Quindi scrivendo:

<?php
 $v1 
5;
 $v2 2;
?>


abbiamo definito le variabili $v1 e $v2 assegnando loro un valore intero, 5 per $v1 e 2 per $v2.
Vediamo ora l'utilità delle variabili in semplici operazioni matematiche:

<?php
 $v1 
5;
 $v2 2;
 $vris $v1 $v2;
 
 
echo "la somma tra $v1 e $v2  uguale a $vris";
?>


con questo breve codice abbiamo definito e valorizzato tre variabili, $v1 assegnandole il valore 5, $v2 assegnandole il valore 2, e $vris assegnandole la somma delle variabili $v1 e $v2 che in seguito alla sua esecuzione produrrà il valore 7, come possiamo verificare dalla stampa a video prodotta dalla funzione echo.

In PHP possiamo anche definire variabili senza assegnare loro un valore. Questa non è una pratica errata come potrebbe sembrare, perchè non compromette l'esecuzione di un programma, ma può generare problemi in seguito a una nostra distrazione.
Vediamo un esempio:

<?php
 $variabile1 
5;
 $variabile2 2;
 $vris $variable1 $variabile2;
 
 
echo "La somma tra $variabile1 e $variabile2  $vris";
?>


Questo codice produce un errore a livello di calcolo, perchè il risultato ottenuto dall'operazione non è quello desiderato in quanto per un errore di battitura abbiamo scritto $variable1 invece di $variabile1. Questo tipo di errori è di solito difficile da scovare perchè non essendo un errore di sintassi non viene notificato dall'interprete PHP.


PHP 5 ad oggetti: overriding e keyword final Precedente Indice Successivo PHP 5 ad oggetti: classi astratte e interfacce
PHP 5 ad oggetti: overriding e keyword final PHP 5 ad oggetti: classi astratte e interfacce